Diario di Izumi Shikibu

Il Diario di Izumi Shikibu (Marsilio, 2008) è una finestra aperta sul periodo Heian (794-1185), su un mondo raffinato fatto di rugiada e di poesia. Quest’opera ci trasporta in un Giappone che non esiste più, sospeso tra le seduzioni del mondo fluttuante e il richiamo della spiritualità: la terra del principe splendente (e farfallone) di Murasaki Shikibu.

L’introduzione della traduttrice Carolina Negri e le note che accompagnano questo volumetto, questo prezioso scrigno ricolmo di poesie, ci permettono di prendere confidenza con una realtà molto distante dalla nostra quotidianità. La raffinata vita di corte del periodo Heian era regolata da una rigida etichetta, il codice del miyabi, che indicava anche il modo appropriato di condurre una relazione d’amore.

Nell’epoca Heian, gli amanti erano soliti scambiarsi versi allusivi. Gli innamorati interpretavano queste missive grazie un complesso “codice” che si basava sull’utilizzo di immagini codificate, rimandi a una precisa tradizione poetica e riferimenti alle esperienze condivise con la persona amata:

Nel Giappone dell’XI secolo la poesia svolge un ruolo fondamentale nei rapporti tra uomini e donne, perché queste ultime conducono una vita molto appartata e la scrittura diventa il veicolo privilegiato per parlare con i corteggiatori (…). (Introduzione)

murasaki shikibu

Per questo motivo, i trattatati poetici dedicati all’amore (vedi il Kokinwakashu) erano entrati a far parte del bagaglio culturale di tutte le donne colte e raffinate dell’epoca: grazie a questi manuali, le dame imparavano a celare tra le righe la loro passione e a comporre versi adatti a ogni fase del corteggiamento. Il Diario di Izumi Shikibu sembra rientrare proprio in questo filone letterario: attraverso una serie di poesie, inframmezzate da sequenze in prosa, si viene delineando la relazione tra una Dama e il fratello del suo defunto innamorato.

Carolina Negri si sofferma sia sul titolo del libro, sia sulla spinosa questione della sua attribuzione. Questa breve opera viene definita come un nikki (diario), ma

comprende un numero molto elevato di poesie (circa 150 waka). Per questa ragione sarebbe forse più opportuno definirla (…) uta monogatari: un racconto cioè in cui le poesie, organizzate cronologicamente per spiegare gli sviluppi di una determinata vicenda, rappresentano il fulcro su cui poggia l’intera narrazione. (Introduzione)

Chi è l’artefice di queste pagine? Secondo alcuni studiosi, l’Izumi Shikibu nikki potrebbe essere stato composto da un membro dei ranghi medi dell’aristocrazia, che ha cercato di ricostruire la storia d’amore vissuta dalla famosa poetessa con un principe imperiale, a partire da una raccolta poetica privata di Shikibu. Invece, secondo altri esperti la poetessa stessa avrebbe deciso di raccontare le sue vicende amorose in terza persona.

izumi shikibu

L’attribuzione del nikki è incerta, ma il talento e il fascino di Izumi Shikibu sono indubbi: questa donna eccezionale, grazie alle sue abilità letterarie e alla sua esuberante personalità, ha sfidato l’opinione pubblica e ha sconvolto i percorsi stabiliti da una rigida organizzazione sociale.

Shikibu, oltre ad essere stata una grande seduttrice – ha conquistato il cuore di numerosi uomini, inclusi i due principi -, è stata anche una grande poetessa: ha composto alcuni dei più bei versi della letteratura classica di corte. Non voglio svelarvi altri dettagli della sua biografia, perché voglio lasciarvi la possibilità di scoprire da soli se la storia con il principe Atsumichi, narrata nel “diario”, ha avuto o meno un lieto fine. Mi limiterò a rivelarvi un particolare curioso, menzionato nell’Introduzione:

Come spesso succedeva nel periodo Heian, il nome della poetessa deriva dalle cariche ricoperte dai parenti maschi più prossimi, per cui «Izumi» si riferisce alla provincia di cui era divenuto governatore il marito (…).

Cosa vi aspetta tra le pagine del nikki? Una storia d’amore costellata di raffinati componimenti, una conversazione amorosa che si sviluppa sulle ali della poesia. Un susseguirsi di messaggi-versi eleganti e sagaci, spesso intessuti di ricercati riferimenti letterari.

Se durante l’autunno,
le mie maniche diventeranno fradice,
quando inevitabilmente
arriverà la pioggia di fine autunno
chi mi presterà le maniche?
(…)
Durante l’autunno
le mie maniche
sono diventate fradice.
Voi pensavate che
succedesse solo a voi?
Non pensate che
la vostra esistenza sia rugiada
destinata a svanire.

il muschio e la rugiada antologia poesia giapponese

Di “bigliettino galante” in “bigliettino galante”, imparerete a riconoscere le immagini ricorrenti che caratterizzavano la poesia dell’epoca: dalla rugiada, simbolo del carattere effimero del mondo (penso alla mia esistenza che potrebbe dileguarsi da un momento all’altro come rugiada), alle maniche bagnate dalle lacrime degli amanti.

Grazie al Diario, potrete scoprire i segreti del raffinato periodo Heian: vi inoltrerete in un mondo fatto di raggi di luna e di ardenti passioni. Lasciatevi incantare dal racconto di un amore che diventa sempre più intenso, come una foglia che si tinge di rosso con l’arrivo dell’autunno.

Vi saluto con due squisiti tanka di Shikibu, tratti dall’antologia Il muschio e la rugiada (il nikki vi lascerà il desiderio di sfogliare anche questo volume e di incontrare il principe splendente di Murasaki):

Afflitta, pensando a lui
anche la lucciola della palude
somiglia all’anima
da me uscita
in ansia errabonda.

Fuori dalle tenebre
per un sentiero scuro
debbo inoltrarmi.
M’illumina di lontano,
luna della cresta dei monti

Approfondimenti:

La recensione di Flaneri

La letteratura giapponese del periodo Heian: autori e analisi – La cooltura

Storia giapponese – Viaggiappone

4 pensieri su “Diario di Izumi Shikibu

  1. Pingback: Le memorie della dama di Sarashina – Il verbo leggere

  2. Pingback: Letture giapponesi – Il verbo leggere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.