Appunti da SalTo EXTRA

Oggi vorrei proporvi un articolo “fuori programma” dedicato a SalTo EXTRA: Altre forme di vita. Dopo aver assistito ad alcuni degli eventi in streaming del Salone del Libro di quest’anno – non è stata tanto un’edizione “ai tempi del maledetto Coronavirus” quanto un’edizione all’insegna del desiderio di una rinascita, di una resurrezione laica – , ho sentito il bisogno di condividere con voi qualche spunto di riflessione.

Appunti da SalTo EXTRA:

La lectio inaugurale di Alessandro Barbero: conseguenze inattese. Non appena ho visto la Mole, il mio cuore ha iniziato a battere più velocemente. Barbero ha parlato dal centro dell’edificio simbolo di Torino: le iconiche poltroncine rosse, l’idolo dorato di Cabiria e, alzando lo sguardo, la vertigine, la salita verso la cima, verso il terrazzo panoramico da cui si domina la città. Mi sono passati per la testa tanti ricordi: le biblioteche universitarie, le bancarelle di libri, e soprattutto, tante istantanee da altri, più spensierati, Saloni del libro.

Mentre ascoltavo Barbero parlare delle epidemie che hanno segnato la storia dell’umanità e del modo in cui gli uomini hanno reagito agli assalti di Pestilenza, mi è tornata in mente la teoria dei cicli sistemici di accumulazione di Giovanni Arrighi. Ho come l’impressione che l’umanità sia intrappolata in un circolo vizioso: passiamo da una crisi economica ad eventi drammatici (guerre o epidemie) per poi raggiungere, al termine di tanti travagli, un effimero miracolo economico. Secondo me, la miglior conseguenza inattesa del Covid-19 dovrebbe essere un attento ripensamento dell’economia globale.

Paolo Rumiz: se la frontiera è la porta di casa. A colpirmi durante l’intervento di Rumiz è stata un’immagine in particolare: quella della sua ascesa dalle tenebre della camera da letto alla luce del terrazzo. Perché? Perché, per quanto possibile, mi sono immedesimata un po’ nello scrittore triestino. Anche io, durante la quarantena, ho cercato conforto nei versi di Dante. Anche io, come Rumiz, considero il mio terrazzo come il cassero di una nave: si vede persino un quadratino di mare all’orizzonte.

Problemi tecnici. Aspettavo con impazienza l’omaggio a Albert Camus, ma l’assenza di Roberto Saviano si è fatta sentire. Visto che l’incontro non mi ha soddisfatta – secondo me, è mancata la capacità di coinvolgere il pubblico e di far avvicinare i neofiti al grande scrittore – ho deciso di proporvi alcuni interventi di Saviano dedicati a Camus:

Siamo noi lo straniero – Repubblica.it 

Il senso dell’esistere – Rai Scuola

Roberto Saviano racconta Albert Camus 

Salman Rushdie + Paolo Bertinetti: Il labile confine tra realtà e finzione 

Ho preso appunti dall’inizio alla fine e, inevitabilmente, mi sono ritrovata ad aggiungere un altro libro alla mia infinita wishlist. Giusto per indurvi in tentazione, vi riporto qualche anticipazione sull’ultima fatica del grande scrittore indiano: Quichotte.

Come avrete intuito dal titolo, Rushdie ha preso ispirazione dal capolavoro di Cervantes, ma il suo “hidalgo” non ha perso il lume della ragione per colpa della letteratura cavalleresca: Ismail, il protagonista del romanzo, ha il cervello ottenebrato da troppa tv spazzatura. Questo novello cavaliere errante è un venditore che viaggia attraverso l’America di oggi, per tentare di conquistare la sua improbabile Dulcinea: Salma R, una star della tv.

Quali sono i temi chiave affrontati in Quichotte? L’immigrazione (Ismail e Salma sono di origini indiane), l’analisi della società americana, le diverse forme di amore (in special modo il rapporto tra padre e figlio) e la natura dell’arte ovvero il modo in cui le esperienze vissute da un autore vengono sublimate attraverso la scrittura.

Quichotte è anche una grande sala degli specchi letteraria: è un romanzo metaletterario ricco di citazioni tutte da scoprire. Rushdie non ha guardato solo a Cervantes, ma anche ad altri maestri della letteratura: Ismail è allo stesso tempo Don Chisciotte, Candido e Mastro Geppetto. Starà a voi scoprire come lo scrittore ha giocato con queste fonti e in che modo le ha rielaborate.

Un’ultima curiosità: il nome Salma R vi dice niente? Rushdie ha dichiarato di aver dato alla Dulcinea di Ismail – una donna decisamente agli antipodi rispetto alla sua biografia e al suo carattere – un nome quasi identico al suo per prendere in giro chi si ostina a cercare sempre un personaggio autobiografico nelle sue opere.

Be Kind Rewind. Un Salone del Libro digitale offre ai lettori la possibilità di rivedere gli incontri che e si sono persi e di poter riascoltare più volte le parole dei loro scrittori preferiti. Nei prossimi giorni, ho intenzione di approfittare di quest’opportunità per gustarmi con calma gli appuntamenti che non sono ancora riuscita a vedere.

Roberto Saviano: l’importanza della libertà. SalTO EXTRA è un invito a riflettere sul ruolo dell’intellettuale nella società. Gli uomini di lettere hanno il dovere di raccontare la verità, la realtà, e di denunciarne le storture: il “mondo di prima” era malato già da molto tempo, anche se forse non volevamo ammetterlo. Andrà tutto bene solo se riusciremo a comprendere l’importanza della libertà di pensiero, di parola, d’informazione e se cercheremo di cambiare le cose in meglio, invece di riportarle alla cosiddetta normalità.

Resurrezione. Quest’edizione, anomala, resiliente, di SalTo EXTRA si è conclusa con una poesia di Mario Rigoni Stern: Resurrezione Laica. Leggetela o rileggetela: sono le parole di cui abbiamo bisogno in questo momento e di cui avremo bisogno nei prossimi mesi. I libri devono essere un faro nelle tenebre: devono guidarci a rivedere le stelle.

Altre forme di fiera del libro. Vi consiglio di fare un giro sul sito di Italia Book Festival: una fiera digitale – i visitatori possono esplorare gli stand virtuali di diverse case editrici – dedicata alla piccola e media editoria. Se ne avete la possibilità, cercate di sostenere il settore culturale in questi tempi bui e offrite una parola di incoraggiamento agli editori che avreste voluto incontrare a SalTo.

Spero che queste mie piccole riflessioni siano almeno un po’ interessanti (ho sempre un po’ di pudore nel proporre post così personali) e, soprattutto, vorrei che vi spingessero a condividere le vostre opinioni, a discutere insieme di questo Salone del Libro virtuale. Com’è stata la vostra esperienza di visitatori? Quali eventi vi hanno colpiti? Vi saluto con i preziosi “consigli di lettura per la ripartenza” di una lettrice forte d’eccezione: Pina Bertoli.

4 pensieri su “Appunti da SalTo EXTRA

  1. Molto, molto bella e utile questa tua pagina. Bella perché traspare tutta la tua passione per la letteratura; utile perché spinge a fare delle riflessioni. Esattamente come si è riproposta l’organizzazione del Salone sui temi caldi di questa edizione.
    Venendo agli interventi, in realtà ho visto poco, ma avrò tempo di riguardare quello che mi sono persa. Tutto sommato un aspetto positivo di questa edizione è la fruizione degli interventi. Voglio dire, nelle edizioni passate, non sempre sono riuscita ad entrare negli spazi delle presentazioni, e questo era un po’ un limite.
    Anch’io mi sono vista l’apertura di Barbero, che mi sta simpaticissimo e dice cose interessanti. Naturalmente Rumiz (io però non ho un terrazzo….) e Rushdie, di cui sicuramente leggerò il nuovo romanzo….
    Per il resto, qualche scampolo qua e là, ma come ho detto, si può recuperare.

    p.s. grazie per le lusinghiere parole…. ma camminiamo di pari passo….

    Piace a 2 people

    1. Grazie mille Pina: sei troppo buona ;). Sto continuando a recuperare diversi interventi: la modalità di fruizione digitale andrebbe presa in considerazione anche nelle prossime edizioni.
      Non potrei desiderare migliore compagna di viaggio in questo cammino tra i libri!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.